Cavolfiore sott’aceto

INGREDIENTI

  • CIMETTE DI CAVOLFIORE 800 gr
  • CAROTE 3
  • VINO BIANCO SECCO 500 ml
  • ACETO DI VINO BIANCO 500 ml
  • ALLORO qualche foglia
  • PEPE NERO IN GRANI q.b.
  • SALE GROSSO 1 manciata

Lavate accuratamente le cimette di cavolfiore e poi scolatele per bene.
Raccoglietele in una ciotola, coprite con acqua fredda e aggiungete una manciata di sale grosso.
Pelate le carote e tagliatele a fette oblique.
Aggiungete le carote nella ciotola con l’acqua salata (4) e lasciate riposare per 1 ora. Mettete sul fuoco una pentola con dell’acqua, portate a bollore e scottate le verdure per 3-4 minuti; scolatele e lasciatele asciugare.
Intanto in un’altra pentola versate l’aceto e il vino (5); mettete sul fuoco, aggiungete il pepe e l’alloro e lasciate scaldare per qualche minuto.
Distribuite le cimette di cavolfiore nei vasetti di vetro, coprite con la marinata (6) e chiudete con cura.
Mettete i vasetti a testa in giù e conservateli in dispensa per un paio di mesi. Quindi apriteli e gustate il cavolfiore sott’aceto.

CONSIGLI

Con queste dosi otterrete circa 3 vasetti da 250 gr l’uno. Per poter gustare in tutta sicurezza le conserve casalinghe, abbiate l’accortezza di utilizzare dei vasetti precedentemente sterilizzati.
Potete utilizzare le cimette di più cavolfiori oppure utilizzare anche una sola tipologia.
Il cavolfiore sott’aceto si sposa benissimo con gli arrosti di carne o un secondo di pesce alla griglia, ma potete utilizzarli anche per realizzare la classica insalata di rinforzo, piatto tipico della tradizione napoletana.
Se amate questo genere di preparazioni, ecco 10 ricette di conserve da sperimentare in casa.

CONSERVAZIONE

Il cavolfiore sott’aceto si conserva, chiuso nei vasetti sterilizzati, fino a 6 mesi; una volta aperto, conservatelo in frigorifero per massimo 6-7 giorni.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cavolfiore sott’aceto”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Open chat
Ho bisogno di aiuto?
Ciao!👋🌱
Come possiamo aiutarti?